image

"Il Vulcano di Dio."

VI presentiamo Giovanni il nostro Super Angelo in cielo.

Entusiasta ed esplosivo, fin da piccolo ha segnato l’esistenza di tutti coloro che lo hanno conosciuto. Affabile, volitivo, scherzoso, entusiasta della vita, rideva a crepapelle e non riuscivi mai ad essere arrabbiato con lui. È stato definito un vulcano di gioia e di Spirito Santo, dove passava lasciava il segno. Nel movimento GAM si è distinto per il suo desiderio di volantinare la Parola di Dio, attraverso i vangeli, opuscoli e rosari; non si stancava mai, il suo entusiasmo in tutto quello che faceva era contagioso. Non mancava mai ai momenti di preghiera e la musica e i canti erano la sua passione.
Nei piani di Dio, però, per Giovanni c’era un misterioso disegno d’amore. Il 7 febbraio 2015 è stato rapito in cielo con una velocità impressionante a causa di una meningite fulminante. È tornato alla casa del Padre proprio il primo sabato del mese, l’abbiamo pensato subito tra le braccia della Mamma Celeste. Don Carlo De Ambrogio diceva: “Quando arriveremo in cielo le campane e le stelle faranno le capriole dalla gioia” per lui sarà stato sicuramente così. È nato il 21 marzo, il primo giorno di primavera e dopo 12 anni vissuti sulla terra, adesso Vive l’eterna Primavera nei giardini del Paradiso.
Ci manca tantissimo, ma tutti noi, giovani e famiglie GAM, siamo certi che la sua chiamata al cielo porterà tanto frutto perché sappiamo bene che Giovanni da lassù non starà fermo un attimo e porterà la nostra preghiera velocemente a Gesù per ogni nostra necessità.
Arrivederci in PARADISO, piccolo Giovanni.